Dublino Turismo

Ponti di Dublino

I Ponti di Dublino

Dublino è divisa in due dal fiume  Liffey che la separa da Ovest a Est è quindi logico che ci siano una serie di ponti. Se chiedete  quanti sono da Sean Heuston Bridge e Eastlink bridge pochi sanno rispondere che sono 17, perché tutti ne dimenticano sempre qualcuno. Certo non potete perdere i monumenti, le attrazioni di Dublino e i punti di interesse turistico, ma non possono mancare neppure i più famosi ponti di Dublino, vediamoli insieme cominciando dal più romantico e finendo con  quelli avveniristici  realizzati dopo il 2000.

Ha’penny bridge

L’Ha’penny bridge, abbreviazione  dal nome completo Half penny bridge, ha questo nomignolo  poiché anticamente era richiesto un  pedaggio per il passaggio dei pedoni sul ponte. La struttura pedonale che collega le due sponde del Liffey è sicuramente la più conosciuta della città. Il nome ufficiale del ponte è Liffey Bridge, ma nessuno lo chiama in questo modo, anzi, penso che chiedendo dove sia il Liffey Bridge alcuni dubliners vi guarderebbero incuriositi. Il ponte fu costruito nella prima metà dell’800 a seguito delle proteste per il pessimo servizio dei traghetti che trasportavano merci e persone attraverso il fiume. Il suo nome ufficiale  originariamente, Wellington Bridge, in onore del 1 duca di Wellington,  diventò poi Liffey Bridge ( dal nome del fiume)  ma per tutti divenne quasi subito il ponte del mezzo penny per via del pedaggio richiesto. Il pedaggio venne  abolito negli anni ’20 dello scorso secolo quando, contemporaneamente, vennero eliminati i tornelli di accesso. La struttura del ponte è in ghisa, esteticamente ha una elegante forma curva che si innalza gradatamente verso il centro ed è sormontato da tre belle lampade. Il ponte ha subito una completa ristrutturazione dal 2001 al 2003 che lo ha reso più sicuro ed agevole, inoltre la verniciatura nera è ora ritornata al colore originale, bianco.  Sicuramente è il ponte più romantico di Dublino.

Ponte O’ Connell  

L’O’Connell Bridge è il ponte più grande di Dublino, prende il nome dall’omonima O’Connell Street  conosciuta per essere una delle principali strade dello shopping. Nel 1879,  dato lo sviluppo di  Dublino e  l’eccessivo traffico di carrozze sul ponte, si decise di allargarlo e di allinearlo a O’Connell Street, allora  Sackville Street. Il ponte venne riaperto 3 anni più tardi e venne chiamato  Daniel O’Connell  Bridge così come la strada e come la statua, proprio li vicino, anche questa  inaugurata all’epoca.

Ponte Rory O’More

Rory O’More Bridge  è un ponte stradale che attraversa il fiume Liffey e unisce  Watling Street a Ellis Street. Costruito nel 1670 in legno, era chiamato  Ponte Barrack. Sostituito da un ponte di pietra nel 1704 quindi; a metà ‘800 venne ricostruito nuovamente in ghisa e  supportato da pilastri in granito ed il ponte attuale; aperto nel 1859 con il nome di Ponte di Victoria & Albert detto anche Ponte della regina Victoria. Solo nel 1939 il ponte ha assunto il suo nome attuale in ricordo di una figura chiave nella rivolta del 1641.

Ponte Sean Heuston   

Inaugurato nel 1828 il ponte Heuston è una costruzione in ferro sorretta da due pilastri di granito; a disegnarlo è stato George Papworth che ha disegnato anche diversi edifici a Dublino.  Praticamente inutilizzato dopo l’apertura di un nuovo ponte accanto ad esso, ora è dedicato al traffico della Light Rail. Ponte Grattan La prima versione risale al 1676 ed era chiamato Ponte Essex in onore del conte di Essex. Quattordici anni dopo a causa di gravi inondazioni che colpiscono la città viene  ristaurato.  Il ponte così come lo conosciamo è stato inaugurato nel 1874 e prende il nome di Henry Grattan.

Island Bridge

l’island bridge è lungo 32 metri. Costruito sul Liffey  tra il 1791 e il 1793, fu dedicato inizialmente a  Sarah, contessa di Westmoreland, moglie del  Luogotenente d’Irlanda, 10° conte di Westmoreland. Viene rinominato Island Bridge nel 1922 dopo l’indipendenza.

Ponte Regina Maeve

Il ponte regina Maeve ha sostituito il precedente realizzato a fine ‘600 e chiamato Bridewell bridge. Originariamente era chiamato ponte regina Charlotte , in onore della  moglie di re George III; successivamente il nome è diventato appunto quello della mitica eroina irlandese.

Ponte O’Donovan Rossa

Costruito dal 1813 ed inaugurato nel 1816, era  originariamente conosciuto come Richmond Bridge in onore del lord reggente. Venne poi rinominato ponte Jeremiah O’Donovan Rossa (1831-1915) in onore di un leader repubblicano.

Millennium Bridge

Nel 2000 è stato inaugurato il Millennium Bridge, fino ad allora il Ponte del Mezzo Penny era l’unico ponte  pedonale sul Liffey. La nuova costruzione porta direttamente nel cuore di Dublino, a Temple Bar il caratteristico quartiere dei pub e dei locali tipico della Dublino di notte.

Ponte James Joyce

Il ponte James Joyce è stato progettato dal celebre architetto spagnolo Santiago Calatrava; aperto al traffico sia veicolare che pedonale   unisce le rive sud del fiume a Blackhall Place sulla sponda nord. Chiamato così perché davanti ad una casa di Dublino  in cui è ambientato il breve racconto “il morto” di Joyc, diventa ancor più particolare la notte per via del suo aspetto luminescente.  

Ponte Sean O’Casey

Il ponte Sean O’Casey collega la Custom House Quay con la City Quay e porta il nome di un celebre drammaturgo nato a Dublino. Inaugurato nel  2005, grazie alla sua particolare struttura nel 2006 ha avuto un importante riconoscimento internazionale come ponte pedonale.

Ponte Samuel Beckett  

Il ponte Samuel Beckett è il più originale di Dublino ed è il secondo costruito da Calatrava. Unisce Sir John Rogerson Quay sul lato sud del fiume Liffey a Guild Street e North Wall Quay nella moderna zona dei  Docklands. La sua forma richiama quella dell’arpa, uno dei simboli d’Irlanda.
Torna su